• -45%
Lattulosio Mylan 66,7g/100ml Sciroppo Lassativo 200ml
  • Lattulosio Mylan 66,7g/100ml Sciroppo Lassativo 200ml

Lattulosio Mylan 66,7g/100ml Sciroppo Lassativo 200ml

7,20 €
3,96 € Risparmi 45%
,
5/ 5
Tasse incluse Consegna in 24/48h

Farmaco Generico a base di lattulosio, con azione lassativa, particolarmente indicato per il trattamento della stitichezza occasionale.

Quantità
Disponibile

  Pagamenti Sicuri con Nexi

Puo pagare con tutte le carte tramite Nexi.

 

Spedizioni con corriere espresso in Italia e in Europa.

 

Reso facile e veloce. Pensiamo noi a tutto.

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Lassativi ad azione osmotica

PRINCIPI ATTIVI:
Lattulosio 66,7 g.

ECCIPIENTI:
Acido sorbico 0,08 g; arancia essenza 0,7 g; acqua depurata qb a 100 m l.

INDICAZIONI:
Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDARI:
Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti.
Nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rett ale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione.
Soggetti af fetti da galattosemia.
Gravidanza allattamento.
Eta' pediatrica.

POSOLOGIA:
Uso orale.
La dose corretta e' quella minima sufficiente a produrre un a facile evacuazione di feci molli.
E' consigliabile usare inizialment e le dosi minime previste; quando necessario la dose puo' essere aumen tata, ma senza mai superare quella massima indicata.
Adulti: (1 cucchi aio da tavola = 15 ml = 10 g di lattulosio).
Bambini: (1 cucchiaino da caffe' = 5 ml = 3,3 g).
Da 6 a 14 anni: 10 g al giorno (3 cucchiaini) come dose iniziale, seguiti da 5 g al giorno come terapia di mantenim ento.
Da 1 a 5 anni: 3-6 g al giorno (1-2 cucchiaini).
Lattanti: 3 g a l giorno (1 cucchiaino).
Assumere preferibilmente la sera.
I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non piu' d i sette giorni.

CONSERVAZIONE:
Nessuna precauzione particolare per la conservazione.

AVVERTENZE:
Il lattulosio e' uno zucchero scarsamente assorbibile e non metabolizz ato.
L'abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi ecces sive) puo' causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqu a, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi ess enziali.
Nei casi piu' gravi e' possibile l'insorgenza di disidratazio ne o ipopotassiemia la quale puo' determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glucosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi.
L'abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), puo' causare dipendenza (e, quindi, possibile necessita' di aumentare progressivame nte il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale).
Il trattamento della stitichezza cr onica o ricorrente richiede sempre una diagnosi, la prescrizione dei f armaci e la sorveglianza nel corso della terapia.

INTERAZIONI:
I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell'intestino, e q uindi l'assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneament e per via orale.
Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassati vi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrer e un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo.

EFFETTI INDESIDERATI:
Occasionalmente: flatulenza; dolori crampiformi isolati o coliche addo minali, piu' frequenti nei casi di stitichezza grave.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:
Non esistono studi adeguati e ben controllati sull'uso del medicinale in gravidanza o nell'allattamento.
Usare solo in caso di necessita', s otto il diretto controllo, dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per il lattante.